Anelli · Handmade creations · Pensieri e parole.... · PICCOLE CURIOSITA'

Il cerchietto magico…

Da sempre uomini e donne hanno usato adornarsi le dita con anelli, spesso ci capita di pronunciare questa parola, “anello”…anello astrale, anello di catena, anello contraccettivo and so on , ma ci siamo mai chiesti che origini abbia questo termine ?

Anello deriva dal latino anellus, diminutivo di anulus, a sua volta diminutivo di anus , che sta a significare cerchietto. La forma perfettamente circolare di questo oggetto, in uso presso tutte le popolazioni e in tutti i tempi, riporta subito all’idea di eternità.

Da sempre è stato simbolo di alleanza, legame , di impegno al di là del tempo; ragion per cui a lui è attribuito il significato di unione e per l’appunto, il dito sul quale veniva indossato era l’anulare, chiamato il dito dell’anello perchè si riteneva che vi arrivasse la vena del cuore !

 ♥

Quello che ora noi usiamo come ornamento, era nell’antichità sinonimo di collegamento e di potere, di connessione a qualcosa o a qualcuno o addirittura a forze esterne.

Gli anelli più famosi della mitologia greca sono quelli di Prometeo, di Policrate e di Gige.

Prometeo, in segno di sottomissione a Zeus, accettò di infilarsi un anello di ferro con incastonata una pietra della roccia alla quale era stato incatenato. Il re Policrate rovesciò la sua sorte fortunata, gettando il suo anello con un prezioso e potente smeraldo, modificando così il suo destino per aver sacrificato l’oggetto che lo legava agli dèi. Gige era un pastore che poteva rendersi invisibile girando il castone dell’anello all’interno, segno evidente della capacità di staccarsi dal mondo esterno per accedere a quello interiore e divino.

Proprio dalla storia di Gige, narrata nella “Repubblica” di Platone,  prende alcuni spunti il regista del Signore degli Anelli.

Il prometeo  del Rockefeller Center a Manhattan.

 ♥

Un’altra piccola curiosità è che nell’antica Roma le persone non abbienti potevano indossare solo anelli di bronzo o di ferro. Anche i fidanzati si scambiavano anelli di ferro, mentre i funzionari dello Stato e i sacerdoti di Giove portavano anelli d’oro che permettevano di identificarne alla vista il loro grado…

(Fonte : “Il linguaggio dei gioielli ” di Maria Rosaria – Zelig Editore )

 ♥

Ma torniamo ai nostri tempi, fortunatamente le cose sono cambiate e i fidanzati possono permettersi di più che un anello in ferro 😉 … ma in un’epoca in cui si ha la possibilità di indossare di tutto di più, si cerca paradossalmente di tornare alle cose semplici , ai monili creati artigianalmente, che rendano unici gli accessori che indossiamo.

Proprio perchè ora siamo nella situazione opposta, in cui quasi tutti possono permettersi tutto ( o quasi…) cerchiamo di distinguerci dalla massa e di trovare il NOSTRO ACCESSORIO, che sia espressione di ciò che siamo e non di uno status simbol che la società vuole “venderci” a tutti i costi.

Ma davvero un accessorio di massa, ha la stessa valenza di un oggetto dalla manifattura artigianale? Le creazioni realizzate a mano, sono piccole opera d’arte, così mi piace definirle, perchè nascono dall’inventiva del momento e perchè si differenziano ognuna dalle altre per qualche piccola imperfezione, se vogliamo, che le conferiscono quell’unicità che nessun altro accessorio ha ! 

Per quanto mi riguarda preferisco indossare abiti e accessori, in base al MIO solo e personale gusto, e sapere di avere un oggetto raro , rende unico anche il mio stile! Tu non trovi? 

 ♥

20131211-233323.jpg

20131211-233354.jpg

20131211-233408.jpg

20131211-233428.jpg

Questa rosa in pelle è un bottone vintage degli anni ’70…per dirla meglio….ERA un bottone…ora è un delizioso e originalissimo anello!!!

 ♥

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...